Close

Come preannunciato dalla Protezione Civile del Trentino, che ha emanato ben 3 allerte meteo, un’ondata di maltempo si è abbattuta sul territorio provinciale causando diverse criticità. Nel comune di Borgo Valsugana le più evidenti si sono riscontrate in Val di Sella dove, a distanza di 2 anni dalla tempesta Vaia, nuove forti raffiche di vento hanno sferzato le piante ad alto fusto, alcune delle quali non hanno retto finendo di schianto a terra. Attorno alle 11:00 di sabato 03/10/2020 la centrale 115 Trento richiedeva un sopralluogo sulla SP 40 della Val di Sella per verificare la percorribilità e la sicurezza dell’arteria stradale. Dalla caserma di Via Gozzer sono quindi partiti due veicoli: polisoccorso e pick-up i quali hanno battuto sia la strada provinciale che quella del Dosso. Nel tragitto i Vigili hanno rimosso dalla sede stradale diverse ramaglie e pulito alcune caditoie da fogliame e detriti per pervenire allagamenti.

Sulla SP 40 nel tratto precedente alla palestra di roccia i pompieri sono dovuti intervenire con le motoseghe per rimuovere un albero secco caduto che occupava parzialmente la carreggiata. Nel frattempo l’altra squadra, giunta in prossimità del Hotel Legno, operava in egual misura per rimuovere dalla sede stradale un cimino spezzatosi. Data la pericolosa inclinazione del resto della pianta, la quale pendeva sopra il passaggio dei veicoli, si è provveduto ad un abbattimento per evitare ulteriori problemi alla circolazione. I pompieri hanno concluso il sopralluogo raggiungendo la fine della strada carrabile, in loc. Carlon, riscontrando la presenza di altre piante abbattute dal vento che fortunatamente non arrecavano disturbo al transito veicolare.

La situazione più grave è stata rilevata nei pressi di Villa Strobele dove diversi faggi secolari che costeggiano la strada comunale sono stati completamente sradicati, danneggiando lo stretto strato d’asfalto. Per tale evento sono stati attivati gli operai comunali i quali hanno messo in sicurezza l’area, posizionato la segnaletica per avvertire gli automobilisti della presenza dell’asfalto cedevole e buche. L’evento ha impiegato il personale per circa 2 ore dopo le quali i Vigili hanno potuto far rientro in caserma.